KOKORO

SHIATSU & FOCUSING

RISORSE PER UN EQUILIBRIO NATURALE

Come avere fiducia in se stessi e scoprire la propria forza 

“La fiducia è la sensazione di certezza o convinzione che le cose possano svolgersi in un contesto affidabile di ordine e integrità” (Jon Kabat-Zinn).

Spesso la vita ci pone di fronte a situazioni che non sappiamo gestire e in questi casi è più che mai importante coltivare la fiducia in se stessi.

Quando il mare della vita ci porta in acque tempestose, noi come capitani della nostra piccola barca, dobbiamo in queste occasioni, più che in altre, focalizzarci sul momento presente.

Solo se liberiamo la mente da quello che potrebbe essere, potrebbe diventare, e restiamo saldi in quello che abbiamo di fronte, ancorandoci alle sensazioni del corpo, allora abbiamo più possibilità di attivare la nostra capacità di resilienza, e trovare soluzioni nuove.

Il senso di fiducia in noi stessi, non nasce dalla mente, ma si radica nel sentire corporeo.

Nei momenti più complessi è importante confidare nella nostra capacità di osservare, di essere aperti, di riflettere sull’esperienza.

Mi viene in mente un’affinità con la cerimonia del tè, che si svolge in una capanna di legno e paglia a cui si giunge camminando su un sentiero di pietre di forma irregolare.

Questo sentiero irregolare obbliga ad essere consapevoli dell’appoggio di ogni passo e in questo modo aiuta a prepararsi alla cerimonia, ad entrare in uno stato mentale diverso, da quelle abitudinario.

Allo stesso modo, passo dopo passo, osservandoci con consapevolezza, abbiamo la possibilità di ricostruire noi stessi e la fiducia dentro di noi.

La pratica della consapevolezza e il senso di fiducia sono due elementi che camminano di pari passo, si nutrono reciprocamente.

I momenti in cui ci sentiamo più sfiduciati sono spesso quelli in cui la vita non ci ha dato ciò che volevamo, oppure quelli in cui sentiamo di aver perso o fallito in qualcosa che per noi era molto significativo. Sono passaggi  in cui il nostro ego, più che mai, si aggrappa ad una visione della vita, che non corrisponde a ciò realmente stiamo vivendo.

È solo calandoci completamente nel momento presente, con consapevolezza e con la fiducia di farcela, che potremmo fare scelte migliori per il nostro futuro, cambiare direzioni e lasciare strade infruttuose.

Il movimento interiore non è diverso da quello che compiono i bambini quando con incertezza fanno i primi salti. È così che a poco a poco nasce dentro di noi la sensazione di avere un nucleo interiore su cui possiamo appoggiarci con sicurezza. 

E come diceva il poeta Kabir:

Sii forte allora ed entra nel tuo stesso corpo;

Dove avrai un appoggio solido per i tuoi piedi.

Pensaci attentamente!

Non allontanarti!

Kabir dice questo: liberati di tutti i tuoi pensieri

Di cose immaginarie,

E rimani fermo in quello che sei.

ISCRIVITI

PER RICEVERE RISORSE GRATUITE

OFFERTE RELATIVE AI NOSTRI SERVIZI

Articoli dal Blog

La naturalezza

La naturalezza un valore poco praticato, frainteso. La naturalezza è un concetto spesso frainteso, infatti molte persone la confondono con l’informalità. Questa sovrapposizione è molto frequente, con la conseguenza di perdere di vista il valore della naturalezza,...

Respirazione consapevole e presenza mentale

Respirazione consapevole e presenza mentaleIn questo breve articolo vorrei approfondire la connessione tra presenza mentale e respirazione consapevole. Il lavoro sul respiro infatti, modifica profondamente le nostre emozioni e la nostra capacità di praticare la...

Coltivare il Ki

CalligrafieLa via del Ki    Le arti giapponesi che si occupano del Ki condividono aspetti comuni. Che si tratti di Shiatsu, di Aikido, di Shodo, di Kyudo, di Zen, lo sviluppo della percezione del Ki è il cammino di una vita. Una pratica che richiede esercizio...

Come avere fiducia in se stessi e scoprire la propria forza

Come avere fiducia in se stessi e scoprire la propria forza  “La fiducia è la sensazione di certezza o convinzione che le cose possano svolgersi in un contesto affidabile di ordine e integrità” (Jon Kabat-Zinn). Spesso la vita ci pone di fronte a situazioni che non...

Shiatsu storia e origini, connessioni con l’Anma e l’Anpuku

SHIATSU STORIA E ORIGINI a cura di Patrizia Moschitti Immagine tratta dal testo Anpuku Zukai, Okuda Yasuke, Bunsei 10,1827Sono poche le fonti documentate che parlano della storia e origine dello Shiatsu, delle sue connessioni con la storia dell'Anma, delle confluenze...

Gestire le emozioni attraverso il corpo

Gestire le emozioni attraverso il corpoQuando pensiamo a come gestire le emozioni, soprattutto quelle negative, spesso diamo inizio ad un dialogo interiore, fatto di riflessioni mentali. Il più delle volte non teniamo conto di come sentiamo e percepiamo il nostro...

Shiatsu e la posizione Seiza e il Wu wei

Shiatsu in Seiza Shiatsu e la posizione SeizaDurante la pratica dello Shiatsu una delle prime cose con la quali si familiarizza è la posizione Seiza, che racchiude in sé i valori di rispetto, sacralità, quiete, prontezza. Essere consapevole di questi significati è, a...

Seiza, la posizione seduta tradizionale Giapponese

Seiza la posizione seduta tradizionale GiapponeseSeiza è il modo tradizionale giapponese di sedersi a terra,  poggiando le ginocchia sul tatami o zabuton (cuscino tradizionale giapponese). Ogni occidentale che abbia seguito pratiche come l’Aikido, il Kendo, la...

Come calmare l’ansia? Rispettando i segnali del corpo

ANSIA  Come calmare l'ansia e vivere più serenamente? La risposta arriva dal corpoCome calmare l'ansia è un argomento che tocca da vicino molte persone a causa delle condizioni di vita stressanti, della velocità dei cambiamenti che siamo chiamati a fronteggiare e che...

La comunicazione non violenta per superare l’insoddisfazione

La comunicazione non violenta per superare l'insoddisfazioneLa comunicazione non violenta è uno strumento che ti insegna ad esprimere in modo efficace emozioni e bisogni. In questo senso aiuta a superare l'insoddisfazione e a costruire relazioni collaborative, basate...

DOVE SIAMO

Roma

Zona Baldo degli Ubaldi

Raggiungibile con Metro A,

Ferrovia FL3 – Autobus 490-495

 

Si riceve su Appuntamento

Tel. 391.7209484

Orari

Lun-Ven: 10.00-18.00
Sabato: 10.00-13.00