Lo shiatsu secondo la nostra visione è l’arte delicata di osservare e sentire l’energia vitale (ki in giapponese) dell’altro. 

Quando il movimento del Ki nel nostro corpo è fluido e armonioso ci sentiamo bene, e ci definiamo “in salute”, al contrario quando è più lento, bloccato, ci sentiamo  “malati”.

Nell’unità invisibile del corpo, della mente e dello spirito, il movimento del Ki parla di noi stessi, di chi siamo, di come ci muoviamo nel mondo.

Con lo  shiatsu si apre la possibilità di un dialogo con il Ki del ricevente; una danza invisibile che ha la dolcezza del sonno e il calore della nascita. In questo spazio protetto l’energia si muove verso la sua risonanza naturale.

La risonanza della Vita, dell’Universo.

Per questo tipo di trattamenti la tecnica da sola non basta, deve essere interiorizzata nel sentire e sublimarsi nel tocco.

Il tocco al pari di una pennellata di un’artista è la ricerca di una vita.  Rappresenta l’essenza di chi pratica, il suo sentire, il suo kokoro.